profilo utente
Il gioco è vietato ai minori di 18 anni - può causare dipendenza
Google+ webpronostici facebookenglishenglish
english

RIUSCIRÀ LA LAZIO AD INTERROMPERE
 LA STRISCIA DI 12 VITTORIE DELLA JUVE?

Milano, 22 gennaio 2014 . La Juventus di Conte – dopo la sconfitta in Coppa Italia con la Roma – giocherà nuovamente all’Olimpico per l’anticipo di sabato sera contro la Lazio. I bianconeri sono reduci da 12 vittorie consecutive in campionato – con uno score di 34 gol fatti e 4 subiti – mentre i biancocelesti – reduci dalla vittoria a Udine – non hanno ancora inanellato due vittorie consecutive in questo campionato anche se sono imbattuti nella gestione Reja (7 punti in 3 gare).

Sulla lavagna di Betfair.it è ampiamente favorita la Juventus, con una quota di 1.7, il pareggio è a 3.5 mentre la vittoria casalinga della Lazio è quotata a 5.5. Lazio e Juve si sono già incontrate due volte, sempre a Torino, in questa stagione 2013/14.

In entrambi gli incontri la Juventus sì è imposta con largo margine: 4-0 nella Supercoppa Italiana e 4-1 nella seconda giornata di campionato. 4 è un numero ricorrente per la squadra di Conte che ha infatti realizzato un poker in quattro delle ultime cinque partite di campionato, contro Sassuolo, Atalanta, Cagliari e Sampdoria fermandosi a tre con la Roma. Queste premesse hanno portato la quota dell’Over 3.5 gol a 3.4: chi crede nella goleada ha a disposizione anche l’Over 4.5 gol in lavagna a 6.5. Nello scorso campionato Lazio – Juve si è conclusa 0-2 grazie a una doppietta di Vidal, ma la statistica che impressiona è quella per cui i capitolini non vincono contro i piemontesi da 18 partite di campionato (5 pareggi, 13 sconfitte). L’ultimo successo laziale in Serie A è il 2-0 del 6 dicembre 2003 firmato da Bernardo Corradi e Stefano Fiore. Il nuovo verificarsi di questo risultato esatto è considerato poco plausibile dai quotisti che lo quotano in lavagna a 29!   

Il pronostico di webpronostici su Lazio - Juve è: doppia chance 12

 

Lo sapevi che…

In questi ultimi giorni di calciomercato tutta l’attenzione si è concentrata sullo scambio Vucinic – Guarin fra Juventus e Inter saltato all’ultimo minuto per l’intervento del presidente nerazzurro Erick Thohir. Negli ultimi trent’anni i bianconeri hanno però fatto grandi affari, specialmente per punte e centrocampisti dalle spiccate doti offensive, con la Lazio. Si inizia nell’estate del 1983 quando la Juve, causa il vincolo dei due stranieri in rosa e avendo già Platini e Boniek, presta alla Lazio il giovane danese Michael Laudrup. Laudrup salverà i biancocelesti all’ultima giornata per poi tornare, nell’estate del 1985 a Torino. Nell’estate del 1990 è invece la Lazio a cedere un suo giovane gioiello ai bianconeri: Paolo Di Canio. Tre anni dopo fa la strada inversa Pierluigi Casiraghi: il bomber brianzolo segnerà 41 reti in 5 stagioni. Nel 1996, dopo tre anni a Roma, Boksic si trasferisce dalla Lazio alla Juve – sfiorando la vittoria della Champions League contro il Borussia Dortmund – per poi fare la strada inversa l’estate successiva, portando con se Jugovic. Ma è nell’estate del 2001 che avvengono i colpi più sensazionali: il futuro Pallone d’Oro Pavel Nedved e l’attaccante Marcelo Salas si trasferiscono insieme a Torino – come parziale contropartita arriverà alla Lazio Kovacevic. Ultimo affare in ordine di tempo è l’acquisto per la Juve di Conte di Stephan Lichtsteiner. Dopo trent’anni di valzer di punte, sarà forse in maglia biancoceleste il futuro di Mirko Vucinic?

Tutte le quote betfair di Lazio - Juventus

 

lazio-juve